Aquila

Aquila

Title Badge

Costellazione dell'Aquila

La luminosa stella principale Altair (Alpha Aquilae) della costellazione dell'Aquila (lat. Aquila) la rende facilmente reperibile nei cieli estivi e autunnali. Il suo nome deriva dall'arabo e significa "L'aquila in picchiata". I Babilonesi e i Sumeri la chiamavano anche "Stella dell'Aquila".

Come individuare l'Aquila

In linea con la mitologia, a nord dell'Aquila si trova la costellazione della Freccia . Ad ovest è delimitata da Ercole e ad est dall' Acquario che rappresenta il giovane Ganimede. Con 652 gradi quadrati, l'Aquila si estende su entrambi gli emisferi ed è visibile in estate e in autunno.

Mitologia

Secondo la mitologia greca, la costellazione rappresenta l'aquila di Zeus. Le furono imposti molti compiti diversi: Ogni fulmine che Zeus lanciava sulla terra, l'aquila doveva riportare l'aquila in cielo. Inoltre rapì il giovane Ganimede da Troia e lo portò sull'Olimpo per servire gli Dei. Inoltre, l'aquila dovrebbe proteggere Zeus dalle frecce di Cupido, per tenerlo lontano dalle storie d'amore sulla terra. Come dimostrano molte narrazioni, l'aquila non poteva adempiere soprattutto a questo compito; a causa dell'eccessiva richiesta fu infine posta come costellazione nel cielo.

Un'altra versione riporta l'aquila Ethon, che ogni giorno mangiava il fegato di Prometeo, legato a una roccia come punizione. A causa della sua immortalità, dovette subire le torture fino a quando Ercole uccise l'aquila con una freccia avvelenata e liberò Prometeo.

Italian
Italian