Crux

Crux

Title Badge

Costellazione Crux

La Croce del Sud (lat.: Crux), pur essendo la più piccola, è una delle costellazioni più prominenti dell'emisfero australe e può essere vista tutto l'anno.

Come individuare il Crux

Il Crux si trova nella parte più luminosa della Via Lattea, proprio sotto le zampe posteriori della costellazione di Centauri, molto più grande. Le quattro stelle formano una tipica croce, conosciuta dalle religioni cattolica e protestante. È composta da quattro stelle, tre delle quali sono stelle di prima grandezza e anche stelle binarie. L'estremità settentrionale della croce occupa Gacrux, una stella a 90 anni luce di distanza. Le altre tre stelle, Acrux, Becrux e Decrux hanno circa 30 milioni di anni. In Australia, Nuova Zelanda, Sud America o Sud Africa il Crux è circumpolare.

Storia

A differenza di molte costellazioni, la Croce del Sud non ha le sue origini nella mitologia, ma piuttosto nella storia più recente. Anche se era nota agli antichi greci, ha avuto un ruolo più prominente con i navigatori europei che salparono durante l'Era delle Scoperte nel XV e all'inizio del XVI secolo. La Croce era già stata combinata come parte di Centauro e fu menzionata per la prima volta come un'unica costellazione nel 1516 dall'esploratore italiano Andreas Corsali. Anche i marinai portoghesi che hanno arrotondato la punta meridionale dell'Africa l'hanno mappata e ne hanno scoperto il grande valore nella navigazione nautica.

Fatti interessanti

Il Crux è raffigurato sulle bandiere, monete e francobolli di un gran numero di paesi dell'emisfero australe, tra cui Nuova Zelanda, Australia, Cile, Argentina, Brasile e Papua Nuova Guinea.

La Croce del Sud è presente in diversi testi di canzoni ed è anche parte dell'inno nazionale dell'Australia e del Brasile ed è menzionata nella canzone della vittoria della squadra nazionale australiana di cricket.

Una delle stelle più luminose del Crux non è affatto una stella, ma un bellissimo ammasso di stelle chiamato Jewel Box.