Pegasus

Pegasus

Title Badge

Costellazione di Pegaso

Nell'emisfero settentrionale, Pegasus si estende con una superficie di 1.121 gradi quadrati, il che lo rende il settimo più grande delle 88 costellazioni moderne. Prende il nome dal cavallo alato della mitologia greca.

Come individuare Pegaso

La costellazione Pegasus contiene otto stelle con pianeti noti. Il corpo del cavallo volante è rappresentato dal caratteristico quadrangolo formato dalle stelle α, β, γ e Sirrah (una stella dell' Andromeda). Da qui si estendono le gambe e il collo di Pegaso. La costellazione è visibile a latitudini comprese tra i 90° e i -60° e si vede meglio durante il mese di ottobre. La stella più luminosa della costellazione è Epsilon Pegasi, nota anche come Enif (Naso). È una supergigante arancione con una distanza di 672 anni luce.

La costellazione è adiacente a molte costellazioni a causa delle sue dimensioni. A nord ci sono Cygnus e Lacerta, a ovest Delphinus, Vulpecula ed Equuleus, a est Andromeda e Pesci, e a sud Aquarius.

Mitologia

Nella mitologia greca Pegasus è nata dal corpo di Medusa, la giovane donna un tempo bellissima che fu violentata da Poseidone e poi trasformata in un mostro dalla testa di serpente. Quando l'eroe Perseo pose fine alla sua indegna vita, nacque Pegaso. Il cavallo alato scappò e fu poi catturato da Bellerofonte, e i due parti partirono per molte avventure. Insieme uccisero il mostro Chimaira, e Bellerofonte era considerato il favorito degli dei. Ma quando volle elevarsi a loro nell'Olimpo, si attirò all'ira di Zeus. Zeus mandò un tafano che punse Pegaso. Il cavallo si spaventò e lasciò cadere Bellerofonte, che sopravvisse alla caduta a terra, ma divenne cieco e paralizzato. Pegasus volò verso l'Olimpo e da allora ha portato il fulmine e il tuono di Zeus. In segno di gratitudine per le sue numerose gesta eroiche, Pegasus fu finalmente mandato in cielo.

Fatti interessanti

Nella storia del nostro sistema solare, la 51 Pegasi è stata la prima stella in cui è stato rilevato un sistema planetario. Quando i dati dello spettro sono stati valutati, è diventato evidente che un pianeta grande come Giove orbita intorno a questa stella. La costellazione di oggi è emersa dall'antica costellazione babilonese IKU. Era già stata descritta da Tolomeo come una delle 48 costellazioni dell'antichità.

Italian
Italian