Tipi di stelle

Tipi di stelle

Title Badge

Classificazione stellare

La maggior parte delle stelle sono in realtà stelle binarie o stelle multiple. Per molto tempo si è pensato che non ci potessero essere pianeti in sistemi stellari multipli, ma questa ipotesi è stata smentita dalla scoperta degli esopianeti in molti sistemi stellari. I calcoli hanno dimostrato che l'esistenza di pianeti in tali sistemi stellari è possibile senza problemi.

L'astronomia divide le stelle in diversi tipi in base alle loro caratteristiche spettrali, come la temperatura e il colore. La maggior parte di esse sono classificate nel sistema di Morgan-Keenan, contrassegnate con le lettere O, B, A, F, G, K e M, organizzate dal tipo di stelle più calde (O) a quelle più fredde (M). Questa sequenza è stata ampliata, ad esempio, con la classe D (nane bianche) o le classi S e C (stelle di carbonio), per descrivere altre stelle o oggetti simili a stelle.

Le stelle di tipo O, note anche come Blue Giants, sono molto calde, estremamente luminose e brillano agli ultravioletti. Solo circa lo 0,00003% nel nostro quartiere solare è classificato come O-tipo.

Le stelle di tipo B brillano di blu e hanno elio neutro. Sono così energiche che vivono solo per un tempo relativamente breve.

Le stelle di tipo A sono più comuni, circa lo 0,625% delle stelle del nostro quartiere sono classificate come di tipo A. Brillano di bianco o bianco-bluastro e si possono vedere ad occhio nudo.

Tipiche per le stelle bianche brillanti di tipo F sono le linee di idrogeno più deboli e il metallo ionizzato. Esse costituiscono circa il 3% delle stelle principali del nostro quartiere solare.

Le stelle di tipo G sono anche note come supergiganti gialle. La più popolare per noi è il nostro Sole. Circa il 7,5% delle stelle nel nostro quartiere solare sono stelle di classe G.

Le stelle di tipo K sono un po' più fredde del Sole e brillano di arancione. Una stella prominente della sequenza principale di tipo K è Alpha Centauri B.

Le stelle più comuni (circa il 76% delle stelle principali del quartiere solare) sono classificate come M-types, note anche come Giganti Rosse. La più luminosa tra queste si chiama M0V Lacaille 8760 con la magnitudine 6,6.

Luminosità

La luminosità di una stella si misura in un valore di luminosità (magnitudine). Le stelle con una magnitudine bassa brillano più luminose di quelle con una magnitudine più alta. Con una magnitudine superiore a 6, non è più possibile vederla ad occhio nudo, ma solo attraverso un osservatorio. In buone condizioni di visibilità, circa 5500 stelle possono essere viste ad occhio nudo. Da sola nella nostra galassia ci sono quasi 400 miliardi di stelle ed è solo una tra le tante.

Altre informazioni utili

Storia delle stelle

Tre fatti affascinanti sulle stelle

Cos'è una stella cadente?

Cos'è una pioggia di meteoriti?

Italian
Italian